Statuto

TITOLO I
DELLE DISPOSIZIONI GENERALI

Art. 1
COSTITUZIONE

E’ costituita, con sede in Roma, in via San Sebastianello n. 1, presso il Collegio San Giuseppe – Istituto De Merode, una Associazione senza scopo di lucro denominata: Associazione Lasalliana Ex-Alunni del Collegio S. Giuseppe – Istituto De Merode.

Art. 2
PRINCIPI ISPIRATORI

L’Associazione Lasalliana Ex-Alunni del Collegio S. Giuseppe – Istituto De Merode non persegue fini politici e si riconosce nei principi lasalliani di cui è portatrice e garante la Provincia Italiana dei Fratelli delle Scuole Cristiane.

Art. 3
SCOPO

L’Associazione Lasalliana Ex-Alunni ha lo scopo:
-    di mantenere fra gli Ex-Alunni i principi di fede, di elevatezza morale e di cultura ricevuti nella scuola, nello spirito lasalliano;
-    di favorire la coesione fra scuola, università e mondo del lavoro;
-    di incentivare la collaborazione tra gli Ex-Alunni, gli Alunni, i Genitori, i Docenti e i Fratelli nel campo scolastico, parascolastico ed educativo;
-    di favorire la carità spirituale e materiale, mediante attività atte ad apportare conforto nelle traversie della vita e sollievo materiale in caso di bisogno;
-    di favorire una feconda reciproca solidarietà tra gli Ex-Alunni nello svolgimento delle loro proprie attività;
-    di agevolare la diffusione dello spirito lasalliano nella società civile.

Art. 4
RAPPORTI CON IL COLLEGIO SAN GIUSEPPE-ISTITUTO DE MERODE
E ADESIONE AI PRINCIPI DELLA PROVINCIA ITALIANA DEGLI EX-ALUNNI LASALLIANI

L’Associazione Lasalliana Ex-Alunni del Collegio S. Giuseppe – Istituto De Merode, svolge per sua natura, salvo diversa necessità, le sue attività all’interno del Collegio.
L’Associazione fonda i suoi rapporti con il Collegio su di una vicendevole collaborazione, nell’ottica di una costante elevazione morale e culturale.
Nello svolgimento delle proprie funzioni, l’Associazione opera nel pieno rispetto dello spirito lasalliano che informa il Collegio ed in comunanza di obiettivi culturali e spirituali.
L’Associazione Lasalliana Ex-Alunni del Collegio S. Giuseppe – Istituto De Merode aderisce allo Statuto della Provincia Romana degli Ex-Alunni Lasalliani.

TITOLO II
DEI SOCI

Art. 5
APPARTENENZA

Possono essere soci dell’Associazione Lasalliana tutti gli ex alunni del Collegio S. Giuseppe- Istituto De Merode.

Art. 6
CATEGORIE

I Soci si distinguono in:

   a)     Soci ordinari;

      b)     Soci aggregati;

       c)     Soci sostenitori;

   d)     Soci onorari.

Art. 7
DEI SOCI ORDINARI

I soci ordinari sono gli ex alunni del Collegio San Giuseppe- Istituto De Merode.

Art. 8
DEI SOCI AGGREGATI

Possono essere soci aggregati coloro che, pur non essendo stati alunni del Collegio ma comunque di altre scuole lasalliane, si riconoscano negli scopi sociali.
I soci aggregati hanno diritto di voto in Assemblea.

Art.9
DEI SOCI SOSTENITORI

Sono soci sostenitori coloro che oltre alla quota sociale verseranno contributi straordinari per il miglior funzionamento dell’Associazione.

Art.10
DEI SOCI ONORARI

La qualifica di socio onorario si consegue per alti meriti sociali.
Essa è attribuita dall’Assemblea su proposta del Consiglio Direttivo. Il socio onorario è esentato dal pagamento della quota sociale ed ha diritto di voto in assemblea.

Art. 11
DELLA QUALITA’ DI SOCIO

La qualità di socio si acquista solo dopo l’approvazione della domanda d’iscrizione da parte del Consiglio Direttivo.
I soci devono sempre comportarsi in maniera conforme allo spirito lasalliano ed agli scopi dell’Associazione.
La qualità di socio si perde per dimissioni, morosità, indegnità.
Il socio si impegna a corrispondere all’ammissione e, successivamente, non oltre il secondo mese di ciascun anno solare, la quota sociale annua stabilita. In difetto, è concessa una proroga di 30 giorni, scaduta la quale -con delibera del Consiglio Direttivo- decade dalla qualità di socio per morosità.

Art. 12
DELLE QUOTE SOCIALI

Le quote sociali sono stabilite annualmente dall’Assemblea su proposta del Consiglio Direttivo.

TITOLO III
DEGLI ORGANI ASSOCIATIVI E DELLE LORO FUNZIONI

Art. 13
ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE LASALLIANA EX-ALUNNI
COLLEGIO S. GIUSEPPE – ISTITUTO DE MERODE

Sono organi dell’Associazione Lasalliana Ex-Alunni del Collegio S. Giuseppe – Istituto De Merode:

1.    L’Assemblea;
2.    Il Presidente
3    Il Consiglio Direttivo;
4    I Probiviri;
5    I Revisori dei Conti.

CAPO I
DELL’ASSEMBLEA

Art.14
ASSEMBLEA

L’Assemblea è costituita dai soci dell’Associazione Lasalliana Ex-Alunni del Collegio S. Giuseppe – Istituto De Merode.
Ogni socio, in seno all’Assemblea, ha diritto ad un voto e tale voto è personale, uguale, unico ed indivisibile. Ciascun socio presente in Assemblea potrà essere portatore di non più di tre deleghe.
Non potranno partecipare all’Assemblea i soci non in regola col pagamento della quota sociale.

Art. 15
RIUNIONI DELL’ASSEMBLEA

L’Assemblea si riunisce, in via ordinaria, non meno di una volta all’anno entro e non oltre il 30/4 per l’approvazione del bilancio consuntivo e preventivo, e anche ogni volta che lo ritenga opportuno il Presidente o il Consiglio Direttivo o il Collegio dei Revisori dei Conti o ne facciano richiesta scritta almeno un decimo dei soci aventi diritto al voto.
Nella richiesta dovranno essere indicati gli argomenti che si intendono trattare.

Art. 16
CONVOCAZIONE DELL’ASSEMBLEA

L’Assemblea viene convocata dal Presidente con avviso, da spedirsi agli aventi diritto al voto, mediante posta ordinaria o posta elettronica o fax, ove forniti, almeno quindici giorni prima della riunione.
In ogni caso la convocazione dell’Assemblea verrà pubblicata anche sul sito internet sociale.
L’avviso di convocazione deve contenere l’indicazione del luogo, del giorno e dell’ora della riunione, nonché l’ordine del giorno.

Art. 17
COSTITUZIONE – VALIDITA’ E SVOLGIMENTO DELL’ASSEMBLEA

L’Assemblea ordinaria è validamente costituita in prima convocazione con l’intervento di almeno la metà dei soci con diritto di voto; in seconda convocazione qualunque sia il numero degli intervenuti. L’Assemblea straordinaria è validamente costituita con l’intervento di almeno la metà dei soci con diritto di voto; in seconda convocazione con l’intervento di almeno un sesto dei soci con diritto di voto.
Le Assemblee ordinaria e straordinaria deliberano con la maggioranza assoluta dei voti espressi.
L’Assemblea elegge tra gli intervenuti un Presidente che verifica la regolarità della convocazione e della costituzione e ne dirige lo svolgimento.
Il Presidente è assistito da un segretario da lui designato che redige il verbale dell’Assemblea.
Le deliberazioni delle Assemblee, ordinaria e straordinaria, sono vincolanti anche per gli assenti, per i quali non vi è obbligo di notifica, e per i dissenzienti.
Le delibere delle Assemblee, comprese quelle di approvazione del rendiconto e del bilancio preventivo, debbono essere portate a conoscenza dei soci mediante affissione nei locali riservati ai soci e sul sito internet dell’Associazione nell’area riservata.

Art. 18
ATTRIBUZIONI DELL’ASSEMBLEA

Spetta all’Assemblea:

a)    esaminare i problemi di interesse generale per i soci e proporre le direttive di massima per l’azione da svolgere;
b)    eleggere il Presidente e successivamente -con voto separato- il Vice Presidente, gli altri membri elettivi del Consiglio Direttivo, i Probiviri ed il Collegio dei Revisori dei Conti;
c)    approvare su proposta del Consiglio Direttivo i bilanci preventivo e consuntivo;
d)    deliberare sulle modifiche del presente Statuto e sullo scioglimento dell’Associazione.

CAPO II
DEL PRESIDENTE

Art. 19

Il Presidente è eletto dall’Assemblea,dura in carica per un quadriennio,è rieleggibile per una sola volta consecutiva,ha la rappresentanza legale e sociale dell’Associazione alla cui attività sovrintende in ogni settore .
Convoca e presiede il Consiglio Direttivo e ne cura l’esecuzione delle deliberazioni. E’ coadiuvato dal Vice Presidente che lo sostituisce in caso di impedimento; in assenza anche di quest’ultimo tali funzioni spettano al Consigliere anziano.

CAPO III
DEL CONSIGLIO DIRETTIVO


Art.20
COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Consiglio Direttivo è composto da sette membri elettivi nominati dall’Assemblea e da due membri di diritto.
Sono membri elettivi:
- il Presidente dell’Associazione eletto tra i soci ordinari che abbiano conseguito la maturità, non necessariamente in Collegio, da almeno 20 anni;
- sei Consiglieri:
-un consigliere segretario
-un consigliere amministratore
-un consigliere agli eventi e manifestazioni
-un consigliere allo sport
-un consigliere alla cultura e religione
-un consigliere alle relazioni esterne.
Il Vice Presidente è nominato all’interno del Consiglio Direttivo

L’Associazione desidera altresì mantenere all’interno del Consiglio Direttivo la presenza delle altre componenti che agiscono nel Collegio San Giuseppe – Istituto De Merode. Sono dunque membri di diritto:
- il Frére Assessore;
- il Presidente dell’Organismo dei Rappresentanti degli Studenti Demerodiani  (ORSD)
Alle riunioni del Consiglio Direttivo partecipa anche il Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti con voto consultivo.
Il Consiglio Direttivo, nello svolgimento delle proprie funzioni, può avvalersi della collaborazione di persone di particolare merito e competenza.
I membri del Consiglio Direttivo durano in carica un quadriennio e sono tutti rieleggibili tranne il Presidente che è rieleggibile per una sola volta consecutiva.

Art.21
RIUNIONI E DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Consiglio Direttivo è validamente costituito quando è presente la maggioranza dei membri.
Le deliberazioni vengono assunte a maggioranza assoluta dei presenti; in caso di parità, il voto del Presidente vale doppio.
Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente -a mezzo posta ordinaria e/o posta elettronica e/o fax, ove forniti- almeno dieci giorni prima della riunione comunicando il luogo, il giorno e l’ora della riunione e l’elencazione puntuale degli argomenti da trattare agli interessati. La convocazione verrà pubblicata anche sul sito sociale.
In via straordinaria, il Consiglio Direttivo può essere convocato e riunito -senza il rispetto dei termini di convocazione- quando ne faccia richiesta almeno la metà dei suoi componenti. In questo caso la riunione potrà ritenersi validamente costituita a condizione che i partecipanti si dichiarino informati sugli argomenti da trattare.
Decadono dalla carica i componenti che, senza giustificato motivo, non siano intervenuti alle riunioni per tre volte consecutive.
L’assenza viene accertata dal Consiglio Direttivo che stabilisce la decadenza del componente.
Il Consiglio Direttivo nomina il sostituto del membro decaduto a partire dal primo dei non eletti.
Il mandato dei membri nominati in sostituzione dei componenti dichiarati decaduti termina comunque con la scadenza naturale del Consiglio Direttivo.
Delle riunioni del Consiglio Direttivo è redatto un verbale a cura del Segretario, che sarà firmato dal Presidente e da esso Segretario e che dovrà essere approvato nella riunione successiva a quella cui si riferisce il verbale stesso.

Art.22
ATTRIBUZIONI DEL CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Consiglio Direttivo ha i più ampi poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione dell’Associazione Lasalliana Ex-Alunni Collegio S. Giuseppe Istituto De Merode in conformità con le disposizioni di questo stesso Statuto.
Può inoltre conferire deleghe nell’ambito dell’ordinaria e straordinaria amministrazione.
In caso di elezioni, il Consiglio Direttivo uscente può comunque compiere tutti gli atti di sua competenza, in base alle disposizioni del presente Statuto, sino all’insediamento del nuovo Consiglio Direttivo.

CAPO IV
DEI PROBIVIRI E DEI REVISORI DEI CONTI

Art. 23
PROBIVIRI

L’Assemblea ordinaria elegge tre Probiviri che durano in carica quattro anni.
I Probiviri vengono scelti tra quegli associati che si distinguono per il loro indiscusso prestigio professionale e personale e per l’indipendenza di giudizio.
Il Collegio dei Probiviri è regolarmente costituito con la presenza dei tre componenti.
I Probiviri nominano, al proprio interno, un Presidente che assume anche il ruolo di istruttore di eventuali pratiche.
Sono deferite ai Probiviri tutte le controversie di qualsiasi natura, riguardanti:
-    la violazione dello Statuto, fino alla perdita della qualità di associato;
-    l’interpretazione e l’applicazione del presente Statuto;
-    la durata e la decadenza dalle cariche ed eventuali problemi di incompatibilità;
-    l’indegnità.

I Probiviri operano senza formalità di procedura ed hanno le più ampie facoltà di istruttoria e di indagine. Possono agire di propria iniziativa o su istanza degli associati avviata mediante lettera raccomandata loro indirizzata presso la Sede dell’Associazione.

I Probiviri si pronunciano sui temi di cui vengono investiti entro trenta giorni dal conferimento dell’incarico. Le loro pronunce debbono essere fondate sull’interpretazione dello Statuto. Le decisioni dei Probiviri sono inappellabili, salvo la radiazione per indegnità che è appellabile all’Assemblea.

Art.24
REVISORI DEI CONTI

Il Collegio dei Revisori dei Conti composto di tre membri forniti di titolo professionale nella materia o con specifica competenza, elegge nella prima riunione il Presidente. Il Collegio dei Revisori dei Conti controlla la gestione finanziaria dell’Associazione ed accompagna con una relazione il bilancio consuntivo che il Consiglio Direttivo, alla chiusura di ciascun esercizio, sottoporrà all’Assemblea dei soci.
Il Collegio dei Revisori dei Conti si riunisce su convocazione del suo Presidente almeno una volta l’anno per l’esame del bilancio consuntivo, ed almeno ogni tre mesi per la verifica dell’amministrazione sociale. Il Presidente partecipa alle riunioni del Consiglio Direttivo dell’Associazione.

TITOLO IV
DEL FONDO COMUNE E DEI BILANCI

Art. 25
FONDO COMUNE

Il Fondo comune dell’Associazione Lasalliana Ex-Alunni Collegio S. Giuseppe – Istituto De Merode è costituito dai contributi degli associati, dalle eccedenze attive delle gestioni annuali, dai beni, dagli investimenti mobiliari o immobiliari, nonché dalle erogazioni costituite a favore della stessa Associazione e dai beni eventualmente devoluti a qualsiasi titolo a favore di questa.
Con il Fondo comune si provvede alle spese per il funzionamento dell’Associazione e a tutte le occorrenze concernenti lo svolgimento della sua attività.
Gli associati non possono chiedere la divisione del Fondo comune, né pretendere alcunché in caso di recesso.

Art. 26
BILANCI PREVENTIVO E CONSUNTIVO

L’esercizio finanziario decorre dal 1° gennaio al 31 dicembre di ogni anno.
I bilanci, preventivo e consuntivo, sono predisposti ogni anno, su indicazione del Presidente e del Consiglio Direttivo.
II bilancio è opportunamente articolato ai fini di rappresentare, in modo trasparente, le fonti di finanziamento e la destinazione degli impieghi.

TITOLO V
DELLE VARIAZIONI STATUTARIE

Art. 27
MODIFICAZIONI STATUTARIE

Le eventuali modificazioni da apportarsi al presente Statuto devono essere deliberate dall’Assemblea straordinaria con il voto favorevole della maggioranza degli aventi diritto al voto.
Non è possibile modificare l’art. 2, recante i principi ispiratori dell’Associazione.

TITOLO VI
DELLO SCIOGLIMENTO E DELLA LIQUIDAZIONE
DELL’ASSOCIAZIONE

Art. 28
SCIOGLIMENTO E LIQUIDAZIONE

Lo scioglimento dell’Associazione Lasalliana Ex-Alunni Collegio S. Giuseppe – Istituto De Merode può essere deliberato dall’Assemblea straordinaria con il voto favorevole di almeno tre quarti del totale dei voti spettanti a tutti i componenti dell’Assemblea stessa.

TITOLO VII
DELLE NORME GENERALI

Art. 29
NORME GENERALI

Per quanto non espressamente previsto dal presente Statuto si applicano le norme del Codice Civile e delle leggi vigenti.